DSC_5004

Chi sono

 

Sono una psicologa psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale e lavoro privatamente con pazienti di tutte le fasce di età, a livello individuale e di coppia. Utilizzo il termine paziente facendo riferimento all’etimologia del termine: “colui che soffre, che tollera”: non quindi persona affetta da una malattia, ma persona che porta il peso di qualunque malessere.  Per quanto utile possa essere arrivare ad una diagnosi e ad una definizione del disturbo o del problema, comprenderne il senso e la funzione all’interno della storia del soggetto e delle sue relazioni spesso si rivela ancora più utile per affrontarlo e risolverlo.

Aree di intervento

  • Disturbi d’ansia e di panico
  • Disturbi depressivi
  • Disturbi bipolari
  • Disturbi dell’alimentazione
  • Disturbi della dipendenza da sostanze e senza sostanze (internet, gioco d’azzardo, shopping compulsivo)
  • Disturbi stress- correlati
  • Sostegno nelle crisi del ciclo di vita
  • Elaborazione di lutti, separazioni ed eventi traumatici
  • Problemi relazionali
  • Crescita personale
  • Comunicazione efficace
  • Potenziamento delle risorse individuali (empowering)
  • Alimentazione consapevole (mindful eating)

LE MIE ESPERIENZE

Conduco terapie individuali , di coppia e familiari ( queste ultime in co-conduzione con una collega).
Ho inoltre esperienza in ambito formativo ( corsi su comunicazione efficace, gestione del conflitto e sicurezza sul lavoro, sostegno all’apprendimento ).
Grazie al lavoro svolto con le pazienti, ho maturato particolari interesse ed esperienza per le problematiche correlate alla menopausa, concentrandomi sull’evoluzione dell’immagine corporea e di sé, sulla costruzione di un nuovo ruolo familiare e sociale: in questo percorso si è spesso rivelato utile lavorare con la coppia.
Sempre in relazione al corpo e all’immagine di sé, collaboro con una nutrizionista per accompagnare le persone nel processo di cambiamento del proprio stile alimentare e di vita.
Altre problematiche legate al ciclo di vita di cui mi occupo sono crisi di coppia, problemi legati alla sessualità, separazioni conflittuali o dolorose, conflittualità tra genitori e figli.

Sono inoltre esperta nel trattamento dei disturbi dell’umore, d’ansia e  dei disturbi alimentari. Ho lavorato per diversi anni nell’ambito della salute mentale e dei trattamenti residenziali delle patologie psichiatriche. Da tale esperienza ho imparato quanto sia importante, al fine di evitare la cronicizzazione dei sintomi ed eventualmente l’istituzionalizzazione della persona sofferente, il riconoscimento precoce dei sintomi e un lavoro terapeutico con il paziente, la sua famiglia e il contesto di riferimento, per accompagnarli  e sostenerli nell’affrontare la patologia e le problematiche ad essa collegate.
L’importanza del lavoro con la famiglia e del contesto, per un buon esito del percorso terapeutico, è risultata evidente anche nel lavoro con pazienti affetti da dipendenze patologiche, con i quali ho lavorato sia a livello ambulatoriale che residenziale. In questo ambito ho acquisito esperienza anche nella conduzione di terapie di gruppo.
Offro consulenze di orientamento scolastico e professionale e consulenze o supervisioni a professionisti del settore sociale, educativo e sanitario che stiano affrontando un momento critico in ambiente lavorativo.

LA FORMAZIONE

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità all’Università di Padova. Iscritta all’Ordine degli Psicologi e degli Psicoterapeuti del Piemonte (n. 5277).

Specializzata con lode in Psicoterapia Sistemico-relazionale presso Il Centro Milanese di Terapia della Famiglia, sede di Torino ( Associazione Episteme), con una tesi sull’evoluzione del concetto di corporeità in epoca contemporanea.

Ho seguito e seguo costantemente numerosi corsi di perfezionamento, seminari e convegni, alcuni dei quali centrati su Terapia sistemica di coppia, Terapia sessuale sistemica, Sostegno alla genitorialità, Mindful Eating,  Mindfulness, Psicologia e Yoga.

Modalità di intervento

  A chi si rivolge

approccio

L’APPROCCIO

Utilizzo l’approccio sistemico-relazionale, che cerca di comprendere come i problemi della persona si siano sviluppati all’interno di uno specifico contesto e di particolari relazioni, senza etichettamenti né colpevolizzazioni, ma con lo scopo di cambiare quelle modalità di pensiero e comportamento che hanno portato al formarsi e perpetuarsi del malessere, utilizzando tecniche proprie dell’approccio (tra le tante: domande circolari e ipotetiche, genogramma, scultura familiare), ma anche, laddove sia utile, empowerment, problem solving e tecniche di rilassamento.